L’invcantevole Marken: tra un faro nel vento e la tempra di una bimbetta…

by Mariangela

di Mariangela Bruno

Marken… Probabilmente uno dei posti più belli nei nostri ricordi di Olanda.

Dopo aver parcheggiato il nostro amico camperone al parcheggio davanti al piccolo borgo, e iniziamo il nostro consueto giro in bici tra le stradine di questo caratteristico borgo. Marken, originariamente un isolotto di pescatori, e’ stato collegato alla terraferma nel 1957, rompendo l’isolamento, ma conservando tutt’ora intatta la struttura originale e lo spirito di un tempo: un insieme particolarissimo di costruzioni tipiche in legno dalle classiche forme triangolari, finestre bianche rosse e verdi, si snodano tra viuzze strette e nodose, per convergere come un delicato abbraccio sul porto, colorato da baretti e ristoranti… Non troppi così l’atmosfera non e’ intaccata…

 

Il clima e’ sereno, ma bello fresco..il vento che muove le barche, determinando il piacevole rumore dello sciabordio, gioca a rincorrere le nuvole in cielo, disegnando degli scenari, che difficilmente mai nessuna penna potrà descrivere…. Forte la sensazione di essere in un’altra dimensione, accarezzati dal senso del nuovo, nella sua forma pacata della lentezza…

Pedaliamo con libertà e tranquillità verso il faro, punta estrema di questo piccolo gioiello…

IMG_6387

Prendiamo il sentiero non per le bici, leggermente più interno, ma quello del percorso a piedi, più stretto, ma proprio accanto al mare…

In alcuni momenti sono stata davvero sola in questa tuffo nella natura più sconfinata… Un senso di appartenenza a tutto quello che stava intorno a me, con il piacere di essere contemporaneamente ospite e parte di questa stupenda natura.. Che non stavo solo osservando con gli occhi, e assaporando con gli odori e colori, ma che stavo sentendo con la parte più nascosta di me… E che a volte, in circostanze fortunate come questa, sento che viene fuori, riconsegnandomi al cio’ che di me sento piu’ vero..

Mare placido alla mia sinistra e alla destra distese di verde con sprazzi di mucche e pecore qua e la’, e fattorie che fanno da giusto completamento a questo quadro che poteva essere la scena perfetta per un dipinto impressionista…IMG_6409

In fondo il piccolo faro, tutto bianco con la cima rossa.. Che splendeva con i colori del tramonto… IMG_6394

Alla fine di questa piccolo, grande viaggio in me, alla fine del sentiero, ad attendermi loro… Fabio Alice e Cloe… E la mia felicita’ si completa….IMG_6414

Sulla strada del ritorno, un piccolo contrattempo: Alice inizia ad avere i suoi soliti doloretti alle gambe… Poverina…. Vederla così sofferente ci stringe il cuore… Per un po’ sulle spalle di mamma abbiamo percorso un po’ di sentiero… Ma poi la sua tempra ed il suo coraggio e grande cuore, hanno avuto la meglio sul dolore… E come una piccola giovane guerriera e’ riuscita a continuare la lunga pedalata… Brava tesoro… Siamo fieri e orgogliosi di te…

Portarla in braccio lungo il sentiero solitario e silenzioso con il vento che si stava alzando e che ci lambiva con i suoi schizzi, con la luce calda del crepuscolo… Beh anche questo e’ un dolce ricordo….

IMG_6386

Leave a Comment

You may also like